Netcomm Forum 2018: tra digital revolution e onlife consumer

Netcomm Forum 2018: tra digital revolution e onlife consumer

Si è conclusa con grande successo la tredicesima edizione del Netcomm Forum 2018, evento chiave a livello nazionale in materia di e-commerce e retail digitale, tenutosi a Milano il 30 e 31 maggio.

Oltre 15 mila sono stati i visitatori a partecipare all’evento, circa il 27% in più rispetto all’anno precedente e 184 gli espositori: fra questi spiccano noti brand quali Amazon Pay, Facebook, GLS e Semrush. Gli 84 workshop tematici e più di 170 speaker esperti hanno approfondito tematiche inerenti il ruolo della fase di consegna all’interno della customer experience e lo stretto rapporto fra Facebook e e-commerce.

Italiani ed e-commerce: un binomio inscindibile

Netcomm Forum 2018  ha preso il via con l’intervento di Roberto Liscia, Presidente di Netcomm ed Executive Board Member Ecommerce Europe, il quale ha esposto i dati sul boom dell’e-commerce in Italia.

Netcomm Forum 2018

Netcomm Forum 2018

Oltre ad un aumento della spesa online, che nel 2017 ha raggiunto i 23,6 miliardi di euro, è stato registrato un incremento del numero dei consumatori, per un totale di 150 milioni di ordini l’anno; ormai la maggior parte degli italiani acquista online e i settori più gettonati sono quelli del food (+ 43%) , furniture (+31%) e fashion (+28%).

A determinare questa tendenza positiva ci sarebbero due elementi, figli della digital revolution.

I dispositivi mobile, i quali hanno contribuito all’evoluzione delle abitudini d’acquisto: oggi si parla di onlife consumer, sempre connesso e in continua interazione con i vari Brand in maniera personalizzata. Infine, i nuovi sistemi logistici e di consegna che, grazie ad un processo di digitalizzazione, stanno producendo un forte impatto nella customer experience & journey.

Netcomm Forum 2018: Online e offline, una sfida per le aziende

E- Commerce in Italia - Netcomm Forum 2018

E- Commerce in Italia – Netcomm Forum 2018

La crescita del mercato online prosegue in maniera lineare rispetto al 2017, ma dietro a questo trend si cela un forte cambiamento: le nuove tecnologie hanno modificato significativamente i comportamenti dei consumatori. – afferma il Presidente Liscia – Siamo nel mezzo della tempesta perfetta dell’e-commerce, uno tsunami tecnologico che cambia e accelera continuamente il quadro competitivo. L’omnicanalità è diventata il centro della strategia per gran parte delle imprese, a prescindere dal settore e dalla tipologia di prodotto. Collegare e integrare il web – prosegue – con il mondo fisico è prioritario per i retailer, ma anche per gli intermediari della filiera e per le aziende produttrici che devono far fronte a una nuova tipologia di consumatore sempre connesso, l’onlife consumer. I dati 2018 ci rivelano che il digitale è entrato nella sua fase di rivoluzione, con impatti importanti sullo scenario di mercato e sugli assetti competitivi”.

Al termine del suo intervento, il Presidente Liscia ha lanciato una sfida alle aziende operanti nel canale e-commerce: adottare un approccio omnicanale, che sappia integrare in maniera strategica le dimensioni online e offline. L’obiettivo? Far vivere un’esperienza unica e continuativa ai consumatori ma, allo stesso tempo, rendere maggiormente competitive le aziende.

Add a comment

*Please complete all fields correctly

Related Blogs

eventi digitali
Posted by Linda Pasqualato | 15 Settembre 2020
Eventi digitali: l’esperienza virtuale di Aveda
Il 2020 è senza dubbio un anno di svolta, un momento storico unico che ha sancito dei profondi cambiamenti in moltissimi ambiti sociali. Possiamo definirlo l’anno della trasformazione digitale che...
Unrating-Vienna-Come-Sfruttare-Recensioni-Negative
Posted by Edoardo Brunello | 22 Luglio 2019
“Unrating Vienna”: come sfruttare le recensioni negative.
È ormai noto che le recensioni negative possono seriamente mettere in discussione la credibilità di una attività commerciale. Qualcuno invece è riuscito addirittura a sfruttarle, ed ha realizzato la campagna...
Posted by Edoardo Brunello | 2 Luglio 2019
Come creare campagne sociali vincenti
Può una campagna pubblicitaria prevenire l’abbandono di un animale? Sicuramente le numerose pubblicità sociali contro questo tragico fenomeno riescono a sensibilizzare buona parte della collettività, portando le persone a riflettere...