La gestione dell’e-commerce ai tempi del coronavirus: come è cambiato il comportamento d’acquisto dei consumatori

La gestione dell’e-commerce ai tempi del coronavirus: come è cambiato il comportamento d’acquisto dei consumatori

La diffusione del Covid-19 a livello globale sta cambiando profondamente la nostra routine, il nostro stile di vita ma soprattutto le nostre abitudini d’acquisto e di conseguenza la gestione degli e-commerce. A causa della quarantena forzata e dell’obbligo di lavorare da casa, la maggior parte delle persone non esce più, utilizza piattaforme come Houseparty per vedere amici e parenti e si dedica allo shopping online.

Questo mutamento del comportamento dei consumatori sta generando un’impennata degli acquisti sul web: secondo un’indagine Nielsen, infatti, già durante l’ultima settimana di febbraio e la prima di marzo, le vendite online hanno subìto un incremento di oltre l’80% rispetto all’anno precedente con un aumento del 30% se riferite al periodo prima che si verificasse questa emergenza sanitaria.

Dai prodotti igienizzanti per mani, passando poi per le mascherine, la carta igienica, i farmaci contro l’influenza fino alla spesa di prodotti alimentari non deperibili: sono questi gli articoli più ordinati e richiesti online in tutto il mondo.

Questo evidenzia come si stia verificando un aumento della domanda che ha coinvolto, in particolare, alcune aziende del settore farmaceutico e alimentare. Dal punto di vista logistico ci si trova a gestire una mole di ordini che si verifica solo in giornate straordinarie come il Black Friday.

In questi casi è importante rivedere le proprie strategie di marketing e gestire in maniera efficiente il canale e-commerce, implementando alcune task.

Gestire un e-commerce: alcuni suggerimenti per una strategia efficace

 

Tra gli aspetti più importanti per la gestione del proprio e-commerce, troviamo la velocità del sito: risulta cruciale garantire una buona user experience, la possibilità di navigare con facilità, in modo da acquistare in pochi passaggi tutti gli articoli di cui si necessita anche nel momento in cui l’e-shop è visitato da un numero di utenti molto più elevato. Inoltre, è consigliato aggiornare il sito costantemente, comunicando eventuali aggiornamenti sull’approvvigionamento degli articoli, attivando, allo stesso tempo, specifiche campagne sui social network o di email marketing.

Anche le spedizioni rappresentano un aspetto fondamentale: nel caso non si riesca a rispettare le tempistiche garantite, è bene segnalarlo sia nella home page che durante la fase di check out, con l’obiettivo assicurare la massima trasparenza nei confronti del consumatore. Offrire le free shipping o il reso gratuito può essere un buon modo per incentivare gli utenti ad acquistare nel proprio store online.

La gestione dell'ecommerce: le spedizioni

Inoltre, in questi casi in cui gli e-shop sono tra i luoghi più visitati in rete, è bene assicurare un buon servizio di customer care per dare un supporto a 360 gradi ai clienti durante la fase d’acquisto e aiutarli e rassicurarli in caso di malfunzionamento del sito o di ritardi, anche attivando live chat

Per gestire al meglio questo momento, OnOff Communication offre delle consulenze personalizzate su misure strategiche a seconda del tuo core business aziendale.

Add a comment

*Please complete all fields correctly

Related Blogs

Posted by Linda Pasqualato | 9 Giugno 2020
Virtual Influencer Marketing: trend del futuro o moda momentanea?
Il mondo digitale e quello virtuale divengono un tutt’uno grazie al virtual influencer marketing, uno dei trend del digital marketing che ha ottenuto moltissimo successo durante l’ultimo anno. (altro…)
Posted by Linda Pasqualato | 19 Maggio 2020
Marketing Automation: un valido alleato per il business della tua azienda
La situazione di emergenza che si è verificata in questi ultimi mesi e l’aumento esponenziale delle vendite online, mostrano come si stia attuando un’accelerazione dei processi di digitalizzazione. In questo...
comunicazione-brand-coronavirus
Posted by Linda Pasqualato | 6 Maggio 2020
Comunicazione aziendale e Coronavirus: come è cambiato il modo di comunicare dei brand
Il coronavirus oltre ad aver cambiato lo stile di vita, le abitudini di consumo e ristretto la libertà di molte persone, ha inciso profondamente sul modo di fare comunicazione delle...