E-commerce in Italia: cifre record per il 2013

E-commerce in Italia: cifre record per il 2013

Continua a dare segnali positivi nonostante il turbolento contesto economico il settore dell’e-commerce in Italia che per la fine del 2013 raggiungerà valori record. Secondo le previsioni dell’Osservatorio eCommerce B2c Netcomm-School of Management del Politecnico di Milano infatti, il settore del commercio elettronico crescerà circa del +17% nel 2013 con un fatturato che si aggira attorno agli 11,2 miliardi di euro. Uno scenario quello che emerge dalla ricerca non solo positivo ma che potrebbe essere da traino per le imprese italiane che necessitano oggi di un volano per la ripresa.

Valore chiave per la crescita è l’aumento degli acquirenti online attivi che dal 2012 ad oggi sono cresciuti del 50% raggiungendo i 13,6 milioni di eshopper a fine aprile 2013, segnando un picco di quasi 14 milioni di nel periodo natalizio.

E-Commerce

E-Commerce

I settori più interessanti in questo scenario positivo sono i comparti dell’abbigliamento (+27%), l’informatica (+24%), l’alimentare (+18%), il turismo (+13%), le assicurazioni (+12%) e l’editoria (+4%). Secondo i dati presentati nel corso dell’ottava edizione del Netcomm eCommerce Forum 2013 , è in forte aumento l’export, con una percentuale del 23% ed anche in questo caso spiccano i settori dell’abbigliamento, che segna un +31%, e del turismo (+55%).

Valori importanti di crescita anche per il commercio da mobile che segna un aumento del +160% con un fatturato di circa 427 milioni di euro.

Ma in Italia c’è ancora molto da fare: secondo l’indagine condotta da Contact Lab infatti la predisposizione all’acquisto è ancora debole rispetto ad altri paesi europei. Nella ricerca svolta su un panel di 61mila utenti sulle abitudini degli utenti all’acquisto online, è emerso come solo il 34% degli italiani che navigano online decidono di acquistare, contro il 90% di UK, l’87% in Germania, il 79% in Francia e uno su due in Spagna.

Rimangono dunque ancora molte sfide da superare in Italia rispetto al contesto internazionale, dove manca un agenda digitale nonostante le grandi potenzialità rilevate. E’ ancora alto infatti il numero di persone che ancora non utilizzano gli smartphone per i micropagamenti, così come la diffusione di Paypal risulta limitata. Le quote di mercato cresceranno molto, ma dovranno essere basate su pratiche intelligenti: un approccio multicanale, trasversale, e un cambiamento di produzione e distribuzione industriale (non soltanto tecnologico), saranno le leve sulle quali agire per sfruttare al meglio le potenzialità della rete.

Il Presidente di NetComm, Roberto Liscia all’e-Commerce forum a Milano.

Il Presidente di NetComm, Roberto Liscia all’e-Commerce forum a Milano.

Ecco quindi l’appello chiesto a gran voce dal Presidente di NetComm, Roberto Liscia al governo in merito ai pagamenti elettronici: “Non mi stancherò mai di sollecitare le nostre istituzioni, e soprattutto il Governo in carica, a continuare sulla via tracciata in tema di pagamenti elettronici, quali l’obbligo per le pubbliche amministrazioni di rendere disponibili i pagamenti con carte e home banking, così da accelerare i comportamenti digitali degli italiani. La moneta elettronica rappresenta la vera frontiera che permetterà alle piccole imprese di superare gli ultimi tabù per l’ingresso in questo nuovo e promettente mercato globale dell’eCommerce. Un settore che ormai sta raggiungendo un’età e un’esperienza ragguardevole, al punto da essere la vetrina più efficace per presentare il nostro Made in Italy in tutto il mondo.”

Blog Comments

[…] Una crescita esplosiva, non solo se si considera la sola percentuale di incremento, ma soprattutto se si guarda allo scenario economico non certo positivo in cui questa si è sviluppata, portando ad un totale di 12 milioni di capi di abbigliamento venduti online durante il corso del 2012. […]

Si parla di crescita, come se il comparto rispecchiasse l’architettura dell’impresa italiana.
TUTTI GRIDANO AL SUCCESSO.
Ma cosa accade davvero?
L’aumento delle vendite online è frutto dell’aumento degli acquisti presso le multinazionali del commercio elettronico.
I piccoli e medi imprenditori o non capiscono o non hanno budget per poter guadagnarsi mercato e conversioni…..
Il tessuto produttivo italiano ne trarrà beneficio o sarà mediato dai grandi ebay e amazon?
Le grandi aziende italiane che vendono ecommerce fanno ridere, sia come servizi che come qualità……..
E a sentire i media sembra un nuovo boom economico……..
http://www.ecommerce4you.it

Gentile Mirco,
grazie del commento. Noi non vogliamo vedere così negativamente il comporto online anzi, vediamo questi dati come un fattore positivo e che potrà far uscire dalla crisi molte imprese.

Ci sono grandi aziende italiane che vendono online o che hanno fatto del web il loro principale canale di sviluppo: pensiamo a grandi portali di ecommerce come ebay, trovaprezzi, eprice solo per citarne alcuni.

E’ facile però parlare dei “big player” del mercato ma conosciamo tanti piccoli imprenditori che stanno concentrando i loro sforzi (professionali, risorse e di budget) sul web: dai negozi di abbigliamento online, ad imprese di servizi/consulenza, fino ad arrivare a casi particolari come vendita di accessori per calzature o gommisti 🙂

Eì vero anche che le aziende italiane sono un pò più indietro rispetto ai nostri colleghi d’Europa ma crediamo che ci sia un inversione di marcia e una più concreta e sentita consapevolezza che i canali web porteranno profitto e vantaggio competitivo a chi saprà sfruttarli in modo strategico.

Add a comment

*Please complete all fields correctly

Related Blogs

eventi digitali
Posted by Linda Pasqualato | 15 Settembre 2020
Eventi digitali: l’esperienza virtuale di Aveda
Il 2020 è senza dubbio un anno di svolta, un momento storico unico che ha sancito dei profondi cambiamenti in moltissimi ambiti sociali. Possiamo definirlo l’anno della trasformazione digitale che...
Posted by Linda Pasqualato | 9 Giugno 2020
Virtual Influencer Marketing: trend del futuro o moda momentanea?
Il mondo digitale e quello virtuale divengono un tutt’uno grazie al virtual influencer marketing, uno dei trend del digital marketing che ha ottenuto moltissimo successo durante l’ultimo anno. (altro…)
Posted by Linda Pasqualato | 19 Maggio 2020
Marketing Automation: un valido alleato per il business della tua azienda
La situazione di emergenza che si è verificata in questi ultimi mesi e l’aumento esponenziale delle vendite online, mostrano come si stia attuando un’accelerazione dei processi di digitalizzazione. In questo...