Capitale Europea della Cultura: Matera, tra cultura e strategie di marketing

Capitale Europea della Cultura: Matera, tra cultura e strategie di marketing

Lo scorso 19 gennaio Matera è diventata ufficialmente Capitale Europea della Cultura: con tutta probabilità, grazie ad eventi culturali di forte impatto e alla sperimentazione digitale, la città dei Sassi attirerà un flusso di turisti decisamente considerevole. Grazie a questo importantissimo riconoscimento, la città si prepara a sfruttare questa occasione per dare la giusta spinta allo sviluppo di tutto il territorio. Alcune realtà ci hanno già pensato e le strategie ideate sono sicuramente interessanti

Nelle prossime 48 settimane, l’attenzione del panorama culturale europeo sarà concentrata sull’Italia, anzi, su uno dei più iconici gioielli del Belpaese: Matera. La proclamazione a Capitale Europea della Cultura è stata ufficializzata il 17 ottobre 2014 dall’ex Ministro ai Beni Culturali e al Turismo Dario Franceschini, a coronamento di un progetto avviato nel 2008.

La giuria internazionale ha accolto con molto entusiasmo le intenzioni del progetto italiano: l’obiettivo centrale è quello di ampliare il settore culturale della regione, attirando allo stesso tempo idee ed investimenti dal mondo. Tutta la kermesse riserverà inoltre un importante spazio all’incontro tra cultura e tecnologia digitale, favorendo un approccio lungimirante ed innovativo, come testimonia il claim adottato “Open Future”.

Capitale Europea della Cultura: Matera 2019, Open Future

 

È chiaro però che quella di Matera non è solamente una candidatura ad un evento, ma bensì un vero e proprio piano strategico mirato a favorire lo sviluppo della città e della regione: infrastrutture, strutture ricettive ed attività commerciali saranno ampliate per incrementare il flusso turistico, passando da 200.000 a 600.000 turisti annui.

Le premesse stanno inevitabilmente spostando l’audience del turismo europeo sulla Basilicata, e la città lucana ha effettivamente già compreso le notevoli opportunità che questo evento favorirà, adottando strategie di marketing mirate.

Un progetto di arte moderna e una strategia digital per Matera 2019

 

Qualcuno ha già avuto delle notevoli intuizioni: Nugo, ad esempio, un’app che pianifica tutte le possibili soluzioni di viaggio in pochi click, aggregando vari mezzi di trasporto necessari, ha creato un’apposita sezione dedicata a Matera 2019, dove sarà possibile scoprire tutti gli itinerari disponibili per raggiungere la città lucana da qualsiasi punto di partenza.

Oppure alcuni hotel materani hanno colto le potenzialità derivanti da uno dei temi artistici della manifestazione, rivolto alla cultura dell’ospitalità e della convivenza: Matera Alberga è il progetto d’arte contemporanea che coinvolgerà 6 strutture alberghiere della città, nelle quali saranno collocate diverse installazioni artistiche riguardanti il tema sopracitato. Ciò ha comportato un boom delle prenotazioni in questi hotel ed un rilevante aumento del costo di soggiorno rispetto alla media dei prezzi delle strutture ricettive cittadine.

AirBnb: official partner di Matera 2019

 

Chi però ha saputo declinare una proposta in linea con le tematiche ed i valori di ciò che rappresenta la Capitale Europea della Cultura è il colosso mondiale dell’home sharing: Airbnb. La piattaforma americana, official partner di Matera 2019, ha creato un programma, chiamato “Community Tourism Programme”, che mira a preservare e valorizzare, in maniera innovativa, il meglio delle tradizioni e delle peculiarità di alcune località europee. La Fondazione Matera non si è lasciata sfuggire l’opportunità, ed ha inviato la propria candidatura in vista del grande appuntamento europeo. Nasce così la sezione “Esperienze in Basilicata”, attraverso la quale Airbnb e Fondazione Matera collaboreranno in una serie di iniziative che coinvolgeranno la comunità locale e faranno conoscere luoghi, usanze e prodotti agroalimentari del territorio ai visitatori. “Cerchiamo esperienze autentiche da far vivere a chi verrà in Basilicata, puntando sulle tradizioni lucane e le zone rurali” sono le parole di Matteo Frigerio, country manager di Airbnb Italia, aggiungendo che sono già numerosissime le proposte ricevute e le richieste da parte dei futuri turisti.

Capitale Europea della Cultura: AirBnb official partner

 

Siamo sicuri che altre strategie e proposte non tarderanno ad arrivare, considerando soprattutto che la creatività italiana è sempre in grado di tirare fuori dal cilindro idee dalla grande portata innovatrice. La speranza di tutti però è che Matera, ma più in generale l’Italia stessa, possa accrescere ancor di più la propria immagine e reputazione a livello europeo, e diventare sempre di più polo attrattivo per queste manifestazioni dal grande appeal culturale.

Add a comment

*Please complete all fields correctly

Related Blogs

Vinitaly 2019 OnOff Communication
Posted by Edoardo Brunello | 12 Aprile 2019
VINITALY 2019: TRA VINO E DIGITAL STRATEGY
L’edizione di Vinitaly 2019 appena terminata è già stata definita come “la più grande di sempre”, non solo grazie ad un numero mai così alto di produttori ed espositori vinicoli,...
Posted by Linda Pasqualato | 25 Marzo 2019
Digital Transformation Day 2019: la più grande conferenza online sul web marketing
Ritorna a grande richiesta la seconda edizione del Digital Transformation Day - DTD Italia - la più grande conferenza online di web marketing in Italia organizzata da SemRush. L’evento, completamente...
Posted by Edoardo Brunello | 14 Marzo 2019
Il logo dinamico: l’ultimo trend della brand identity
Da necessità espressiva a vero e proprio trend: il logo dinamico è diventato la nuova tendenza della brand identity. Ma cosa si intende quando si parla di logo dinamico? Sicuramente...