Dark Social cos’è e come rivoluziona il mondo del marketing

Dark Social cos’è e come rivoluziona il mondo del marketing

La diffusione massiccia delle app di messaggistica istantanea sta rivoluzionando il mondo del marketing. Conversazioni sempre più private si sostituiscono alla condivisione pubblica, rendendo ancora più difficile la targettizzazione dell’audience da parte delle aziende.
Quali sono i veri interessi del nostro pubblico? Ce li rivela il Dark Social.

Cos’è il Dark Social?

L’espressione Dark Social appare per la prima volta in un articolo di The Atlantic del 2012. Coniata da Alexis C. Madrigal, la parola Dark Social definisce tutte quelle condivisioni di contenuti direttamente con le persone interessate utilizzando canali di comunicazione privati come email, app di messaggistica istantanea a SMS. Concretamente, utilizziamo un canale di comunicazione Dark Social ogni volta che copiamo e incolliamo un link per inviarlo a un nostro conoscente.
Perché gli utenti utilizzano il Dark Social? Oggi condividere un contenuto su Social Network come Facebook o Instagram significa comunicare la propria identità e i propri interessi, si innesca così il meccanismo della condivisione selettiva: alcuni contenuti, non interessanti per l’intera community, vengono inviati esclusivamente ad alcune persone.

Il Dark Social in numeri

Un’interessante ricerca svolta da RadiumOne ci svela i dati di utilizzo dei canali Dark Social nel 2016. Ben l’84% delle condivisioni di link a siti web da parte degli utenti avviene utilizzando canali di comunicazione privati, solo il 16% delle condivisioni avviene pubblicamente.
Ed è il mobile la piattaforma più utilizzata per le condivisioni da cui derivano ben il 62% dei click al sito misurabili dalle aziende, mentre solo il 38% dei click arriva invece da desktop.
Dei numeri che sicuramente devono essere tenuti in considerazione per la pianificazione di una strategia di marketing mirata che massimizzi il ritorno sull’investimento.

Come utilizzare i Dark Social in una strategia di marketing?

Ciò che è sicuro è che i Dark Social possono fornirci informazioni importantissime: ciò che viene condiviso privatamente rappresenta i reali interessi degli utenti. Proprio grazie a queste informazioni possiamo iniziare a pianificare una strategia di marketing mirata.

Tuttavia, ciò che contraddistingue questi canali è proprio l’invisibilità e la privatizzazione dei contenuti, che diventano un vero e proprio ostacolo per l’analisi del target di riferimento.

Esistono però, delle strategie che ci permettono di misurare le conversioni al sito provenienti dai Dark Social:

  • abbreviare e personalizzare le URL, in questo modo nella sezione traffico diretto al sito di Google Analytics potremo conteggiare tutti i click sul link senza una chiara fonte di provenienza;
  • inserire nelle pagine interne del proprio sito web i comandi per il dark-sharing diretto dei contenuti su app di messaggistica istantanea o email, evitando che gli utenti debbano fare copia e incolla del link o del contenuto;
  • utilizzare dei programmi specifici per il monitoraggio del numero di copia e incolla di un link del nostro sito.

I Dark Social rappresentano così un’importante risorsa di marketing per brand e aziende che desiderano ottimizzare al meglio i propri investimenti, ma i principi su cui queste piattaforme si fondono, le rendono difficili da monitorare, ecco perché diventa fondamentale tenerne conto in una strategia di web marketing.

Se vuoi conoscere come ottimizzare al meglio i tuoi investimenti utilizzando una strategia di web marketing a 360° con l’utilizzo di Google Analytics, contattaci e studieremo insieme la strategia più adatta per il tuo brand o azienda.

Add a comment

*Please complete all fields correctly

Related Blogs

OnOff-Communication-Streaming-il-futuro-del-mondo-musicale-e-del-branding
Posted by Carlo Alberto Biasioli | 17 gennaio 2018
Streaming, il futuro del mondo musicale… e del branding!
Ciao! Sono Carlo Alberto Biasioli, blogger di Piadina Music e Social Media Manager in ambito musicale e questo è il mio secondo appuntamento con OnOff! (Sono stato tentatissimo di fare...
OnOff-Communication_Band-e-musica--il-ritorno-del-mecenatismo
Posted by Carlo Alberto Biasioli | 19 dicembre 2017
Brand e musica. Il ritorno del mecenatismo
Brand e musica. Il ritorno del mecenatismo Presentazione Ciao! Avresti mai immaginato di svegliarti un giorno, accendere il computer e scrivere un articolo per il blog di un’agenzia che stimi...
Messenger Chatbot_-come-si-rivoluziona-la-comunicazione-brand-utente-Onoff-Communication
Posted by Camilla Rossi | 17 ottobre 2017
Messenger Chatbot cosa sono e come si rivoluziona la comunicazione brand-utente
Velocità, rapidità e immediatezza: la parola d’ordine oggi sul web è “adesso”. Parliamo di quelli che Google definisce Micro-Moments: gli utenti oggi agiscono e decidono velocemente e subito, per questo...