Our Blog

11800 partecipanti, 170 espositori, 169 relatori, 3 convegni, 160 relatori e 76 workshop: sono alcuni dei numeri di Netcomm Forum 2017 che si è svolto il 10 e 11 maggio al MiCo di Milano, l’evento italiano più importante in tema di e-commerce e digital transformation.

Netcomm nasce nel 2005 e fa parte dei fondatori di Ecommerce Europe, un’associazione sorta con lo scopo di promuovere lo sviluppo del commercio elettronico in Europa. Da 12 anni la società organizza il Netcomm Forum, un evento aperto alle aziende che desiderano trasformarsi digitalmente e a professionisti o semplici spettatori curiosi di approfondire i temi di shopping online e digital retail.

Logo del Netcomm Forum

E-commerce in Italia: i dati di scenario 2017 di Netcomm

Ad aprire l’evento come ogni anno è Roberto Liscia, presidente di Netcomm che comunica i dati più recenti e le nuove strategie da adottare in tema di E-Commerce. 23,1 miliardi è il valore raggiunto dagli acquisti in Rete nel 2017, un aumento del 16% rispetto al 2016 che equivale a 3,2 miliardi di euro. Il settore del food & grocery guadagna il primo posto per fatturato (+37% rispetto al 2016), seguito da arredamento (+27%), informatica (+26%) e abbigliamento (+25%).

I dati più rilevanti riguardano il rapporto vendite di prodotti e servizi: se inizialmente l’e-commerce nasce per la vendita di quest’ultimi, nell’anno corrente stiamo assistendo a un’inversione di marcia, dove gli utenti oggi utilizzano il web per acquistare prodotti piuttosto che servizi. Roberto Liscia commenta «a livello globale nel 2016 sono stati comprati beni e servizi su Internet per circa 2.600 miliardi di euro, +17% sul 2015, con una quota di consumatori online pari a 1,4 miliardi di persone».

Le piattaforme di acquisto più utilizzate? Secondo le ultime ricerche condotte da Human Highway per Netcomm sono gli smartphone e i tablet i device leader per l’acquisto online e gli utenti che acquistano da device spendono mediamente il doppio. Ecco perché brand e aziende devono adottare una nuova filosofia online: l’everywhere shopper, ovunque l’utente si trovi deve poter consultare l’e-commerce del prodotto che vuole acquistare e concludere il processo di acquisto anche immediatamente.

Per quanto concerne le modalità di acquisto gli utenti oggi si aspettano un processo “conversazionale”, un’interazione tra venditore e acquirente, che si aspetta di vivere un’esperienza piuttosto che un processo di acquisto.

Come comportarsi di fronte a questi cambiamenti del settore e-commerce? Le linee guida proposte da Liscia sono chiare: «In questo contesto la chiave del successo competitivo è creare un’esperienza di Unified Commerce dove online, offline e i diversi device si mescolano, in un nuovo ecosistema esperienziale».

Nonostante i numeri riportati siano già molto elevati bisogna sottolineare che c’è ancora un margine di crescita, perché ancora 10 milioni di persone utilizzano regolarmente Internet ma non per effettuare acquisti.

Netcomm Forum 2017- e-commerce in Italia

The future of light mobility: from disconnection to digital integration

 

Tra gli interventi della prima giornata viene presentato Piaggio da Davide Zanolini, vice presidente esecutivo e responsabile marketing del brand. L’azienda, proprio alla luce dei veloci cambiamenti che interessano il mondo dell’acquisto online, ha studiato il proprio settore d’azione: «Sono tre gli elementi che influenzeranno gli spostamenti del futuro: la nuova mobilità, i veicoli e il problema dell’ultimo miglio sia per le persone sia per le cose. La mobilità cambia, ci si muove con più mezzi e molti non sono più di nostra proprietà, facendo cambiare testa e cultura delle persone stesse. I giovani d’oggi non vogliono più il tradizionale motorino perché non lo considerano più uno strumento rilevante, come status symbol per essere considerati dalla società e, inoltre, lo considerano un momento di disconnessione dalla realtà (social, Instagram, ecc.)» è per questo che Piaggio per il futuro pensa a mezzi interconnessi e cruscotti sostituiti dai device personali. Auto senza conducente? Secondo l’azienda non sarà questo il più grande cambiamento legato alla mobilità futura.

Piaggio a Netcomm Forum 2017

Just Eat al Netcomm Forum 2017: la data revolution guida il cambiamento del mercato

 

A Netcomm Forum 2017 si parla anche di big data, argomento oggi molto discusso in tema di privacy e di utilizzo delle informazioni. Jérôme Gavin, International Managing Director di Just Eat, ci ha dimostrato come i i Big Data possono essere una risorsa per migliorare i servizi proposti da un e-commerce: l’analisi dei big data permette di monitorare il grado di soddisfazione dei consumatori che possono utilizzare le più diverse piattaforme per rilasciare un feedback all’azienda. Proprio grazie alle informazioni dei consumatori Just Eat è riuscito a implementare e sviluppare la propria piattaforma, fornendo un servizio di qualità e aumentando così il proprio business online.

Approfondisce Jérôme: «Il nostro obiettivo è quello di mettere in comunicazione chi ha fame con il ristorante che è in grado di soddisfare il suo desiderio, creando la più grande food community al mondo. Come Just Eat abbiamo l’ambizione di rivoluzionare il modo in cui le persone ordinano e consumano il cibo grazie alla tecnologia e agli strumenti digitali che abbiamo a disposizione. I big data sono oggi il nuovo canale di comunicazione tra azienda e consumatore e sono ciò che ci permettono di essere sempre un passo avanti, anticipando i trend e innovando il mercato».

Omni-Channel… What else!!

 

Altro Case Study interessante riguarda Nespresso ed è presentato Vanderley Santos, Global Omni-Channel Solutions Leader per del gruppo Nestlé. Durante il suo intervento a Netcomm Forum racconta come l’utilizzo dell’omnicanalità sia oggi diventato il punto di forza di Nespresso: prodotti accessibili ai clienti in ogni momento e attraverso più piattaforme. Ciò che più caratterizza quest’azienda è l’attenzione rivolta al customer care, il cliente è seguito a 360° e ovunque egli decida di acquistare, il brand può risalire alle sue informazioni di contatto e fornirgli un’esperienza d’acquisto confezionata perfettamente in base alle sue esigenze.

Ciò che sicuramente emerge da questo Netcomm Forum 2017, al di là delle singole strategie adottate dai brand, è la continua espansione del mercato dei beni e servizi online che va ben oltre la singola vendita, per arrivare a creare un mondo esperienziale e relazionale attorno al prodotto.

Hai un e-commerce e vorresti ottenere il massimo grazie ad una strategia di digital marketing? Contattaci e raccontaci la tua storia!

©Photo Credits Netcomm